• Fisioterapia & Riabilitazione

  • Ginnastica Posturale e Pilates

  • Medicina Estetica

  • Medicina dello Sport

  • Titolo diapositiva

    Scrivi qui la tua didascalia

    Pulsante

Terapie Fisiche

Le terapie fisiche sono trattamenti che utilizzano a scopo terapeutico l'energia fisica prodotta da apposita apparecchiatura. Queste apparecchiature vengono utilizzate, da sole o insieme ad altri trattamenti di fisiochinesiterapia manuale, nelle patologie più comuni dell’apparato locomotore che presentano infiammazione e conseguente dolore.
L’utilizzo di queste apparecchiature riduce e/o risolvere molto più velocemente, e senza controindicazioni particolari, infiammazioni e dolori

 

Diamagnetoterapia

Tra i trattamenti d'eccellenza dei nostri centri rientra certamente la Diamagnetoterapia indicata per la riabilitazione funzionale e conservativa di patologie a carico dell’apparato muscolare, scheletrico e nervoso.

La tecnologia definita ADM, accelerazione diamagnetica molecolare, è la prima a poter essere utilizzata nell’immediato post trauma con tecnica di lavoro conctact less (non a contatto diretto con la cute).

Con la Diamagnetoterapia vi è un intervento sulla sintomatologia dolorosa a breve termine è rappresnta oggi la maggiore evoluzione strumentale in campo medico.

Tecarterapia

tecarterapia

La Tecarterapia è la nuova frontiera della fisioterapia applicata al mondo dello sport e nel campo del benessere. LaTecarterapia rappresenta una svolta nella patologia traumatologica non chirurgica, nella patologia osteoarticolare e dei tessuti molli.

L’efficacia della Tecarterapia si basa, infatti, sulla possibilità di trasferire energia biocompatibile ai tessuti lesi, inducendo all’interno le cosiddette correnti di spostamento. Ripristina la fisiologia tissutale mediante l’ipertermia (incremento della temperatura interna) profonda e l’innalzamento del potenziale energetico delle cellule dei tessuti trattati.

  • ctu.jpeg

CTU-Mega 18

La Diamagnetoterapia rappresenta oggi la maggiore evoluzione strumentale in campo medico.
Essa è una tecnica terapeutica riabilitativa non invasiva che fonda i propri principi di funzionamento sull’utilizzo dei campi magnetici ad alta intensità iperpulsati.
La Diamagnetoterapia struttura fisica dei materiali diamagnetici, quali i liquidi corporei, e molte molecole farmacologiche, sottoposta all’attività di un campo magnetico particolarmente intenso, genera una forza di repulsione magnetica, ossia una movimentazione delle componenti molecolari nel verso opposto al campo magnetico.
Questa attività determina effetti biologici molto particolari che si traducono in applicazioni non invasive e non dolorose per la cura delle più importanti patologie note nella medicina.
Ogni patologia evolve in maniera specifica e necessita di un preciso adattamento della terapia perché essa sia immediatamente e costantemente efficace.
Con la diamagnetoterapia si eseguono trattamentiterapeutici e riabilitativi che si adattano alle evoluzioni della patologia rispondendo sempre nella maniera più efficiente e rapida.

  • Diatermia o Tecarterapia

    Diatermia o Tecarterapia.jpeg

Diatermia o Tecarterapia

Dispositivo di DIATERMIA ( Tecarterapia): Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo.

E' una terapia che stimola i naturali processi di riparazione dell’organismo, abbreviando i tempi di recupero motorio.

Applicando il principio fisico del condensatore, il dispositivo di Diatermia (o Tecarterapia) induce all’interno dei tessuti lesi un movimento alterno di attrazione e repulsione delle cariche elettriche degli ioni presenti nei tessuti corporei. Questa stimolazione a livello cellulare produce un aumento della temperatura interna e la riattivazione della circolazione, accelerando i processi riparativi.

Per effettuare il trattamento di Diatermia il paziente deve essere sempre a contatto con una piastra metallica, mentre l’elettrodo, sia il capacitivo che il resistivo vengono posizionati o spostati sul paziente dal fisioterapista, utilizzando sempre una crema conduttiva.
Il dispositivo di DIATERMIA ha due modalità di azione:

Capacitiva che agisce principalmente sui tessuti molli (muscoli, sistema vascolare e linfatico, etc.). In questa modalità il manipolo della Diatermia viene spostato costantemente dal fisioterapista per effettuare un massaggio durante il quale il paziente percepisce solo un piacevole calore. In alcuni casi, quando ad esempio ci troviamo difronte ad un infiammazione in fase acuta, questo stesso trattamento di tecarterapia in modalità capacitiva viene fatto in atermia, ossia senza innalzare la temperatura del tessuto che stiamo trattando, ma sfruttando sempre la capacità della Diatermia di favorire la circolazione e quindi drenare eventuali edemi o versamenti. In modalità Capacitiva la piastra della Diatermia va posizionata più vicino o più lontano dalla zona trattata dal terapista con l’elettrodo, in funzione dell’obbiettivo che stiamo cercando.

Resistiva invece viene utilizzata per le applicazioni sui tessuti a maggiore resistenza (ossa, cartilagini, grossi tendini, aponeurosi). In questa modalità, il manipolo della Diatermia viene tenuto praticamente fermo dal fisioterapista sul punto che stiamo trattando. E’ importante in questa modalità che la piastra della Diatermia sia posizionata in modo da ridurre più possibile la distanza con l’elettrodo che tiene il terapista in modo da ottimizzare il trattamento.

  • trattamenti estetici

    null

Laserterapia - Neodimio Yag

Laser Nd Yag sfrutta le paricolari caratteristiche fisiche della luce Laser con lunghezza d'onda di 1064 nm per trasferire energia ai tessuti sofferenti e ripristinare, attraverso l'effetto fotochimico, l'equilibrio energetico compromesso. La conseguente riattivazione del metabolismo cellulare induce una cascata di effetti biologici che sfocia nella remissione del dolore, la diminuzione dell'infiammazione, il riassorbimento dell'edema.

L’interazione della radiazione laser con i tessuti determina una serie di effetti:

  • Un’azione biostimolante (effetto fotochimico): attivazione dei meccanismi coinvolti nella riparazione dei danni cellulari.
  • Un effetto fotomeccanico: onde elastiche di pressione che propagandosi all’interno del tessuto agiscono con un effetto stimolante.
  • Un effetto fototermico che provoca un aumento controllato della temperatura dei tessuti.

Apparecchiature di Laserterapia disponibili:

  • ND:YAG alta potenza
  • Infrarossi alta potenza a puntale
  • Scansione  He-Ne

 

 

 

  • terapie agli ultrasuoni

    null

Ultrasuoniterapia

Gli Ultrasuoni sono onde acustiche non percepibili dall’orecchio umano.

Generate dalle vibrazioni di un cristallo di quarzo sottoposto a impulsi elettrici, essi agiscono sui tessuti sia superficiali che profondi con un micromassaggio che ha un’azione termica con effetti antinfiammatori e antidolorifici.

Si applicano principalmente per risolvere problematiche muscolari, articolari e tendinee.

  • Magnetoterapia

    null

Magnetoterapia

Le onde magnetiche (da 1 a 100 Hz) attraversano i tessuti generando calore.

Hanno effetti antidolorifici e antinfiammatori. La terapia può essere applicata in due modalità:

A bassa frequenza: per la terapia di patologie muscolari e delle ossa, in particolare nel caso di fratture, artrosi o di osteoporosi per la proprietà delle onde magnetiche a bassa frequenza di favorire la rigenerazione degli osteociti.
Ad alta frequenza: per applicazioni antidolorifiche in diverse patologie, tra cui l’artrosi (degenerazione delle cartilagini articolari).

  • Ionoforesi

    null

Elettroterapie

TENS: La Transcutaneous Electric Nervous Stimulation (stimolazione elettrica transcutanea dei nervi) è una terapia antidolorifica che si effettua mediante la stimolazione con appositi elettrodi delle fibre sensoriali situate sotto la pelle. Gli impulsi nervosi così indotti raggiungono il midollo spinale bloccando il dolore al livello della zona stimolata.

IONOFORESI: Corrente elettrica continua che fa penetrare determinati farmaci – antinfiammatori, analgesici, ecc. – a livello dei tessuti che devono essere trattati.

ELETTROSTIMOLAZIONI: Corrente elettrica alternata che provoca la contrazione del muscolo a cui viene applicata. Molto efficace soprattutto nelle prime fasi della riabilitazione, associata a esercizi attivi di potenziamento muscolare.

CORRENTI DIADINAMICHE: Le correnti Diadinamiche formate da onde a bassa frequenza sono usate spesso nel campo fisioterapico per il loro effetto antalgico, eliminando o attenuando il dolore.

  • Elettrostimolazioni

    null

Elettroterapie

TENS: La Transcutaneous Electric Nervous Stimulation (stimolazione elettrica transcutanea dei nervi) è una terapia antidolorifica che si effettua mediante la stimolazione con appositi elettrodi delle fibre sensoriali situate sotto la pelle. Gli impulsi nervosi così indotti raggiungono il midollo spinale bloccando il dolore al livello della zona stimolata.

IONOFORESI: Corrente elettrica continua che fa penetrare determinati farmaci – antinfiammatori, analgesici, ecc. – a livello dei tessuti che devono essere trattati.

ELETTROSTIMOLAZIONI: Corrente elettrica alternata che provoca la contrazione del muscolo a cui viene applicata. Molto efficace soprattutto nelle prime fasi della riabilitazione, associata a esercizi attivi di potenziamento muscolare.

CORRENTI DIADINAMICHE: Le correnti Diadinamiche formate da onde a bassa frequenza sono usate spesso nel campo fisioterapico per il loro effetto antalgico, eliminando o attenuando il dolore.

Share by: